Logo ossola news big copia

“Sicurezza sui treni”: impariamo a Locarno.

IMG 2732

DOMODOSSOLA - Venerdì 22 gennaio, la classe 3G della Scuola media statale di Domodossola ha aderito al progetto “Sicurezza sui treni” organizzato dalle Ferrovie Federali Svizzere.

 

Quella mattina, accompagnati dalle professoresse Valterio, Burns e Soldarini, la mia classe ed io ci siamo recati presso la stazione della ferrovia Vigezzina per andare a Locarno con il treno. Durante il nostro viaggio con il caratteristico trenino bianco e blu, ci siamo avventurati nella Valle Vigezzo e nelle Centovalli, attraversando suggestivi paesaggi.

Arrivati a destinazione abbiamo deciso di visitare la città. I posti che mi hanno colpito sono stati il lungolago e la Piazza Grande, dove ogni anno si tiene il Festival del cinema.

Dopo aver visitato la città, ci siamo diretti presso la stazione delle Ferrovie Federali Svizzere dove c’erano dei vagoni adibiti a mostra che si trovavano su un binario morto. Quando siamo saliti su queste carrozze, siamo entrati in uno scompartimento, dove una guida ci ha spiegato i problemi riguardanti la sicurezza nelle stazioni e quali comportamenti un viaggiatore deve assumere per tutelare la propria sicurezza come ad esempio allontanarsi il più possibile dai binari quando arriva un treno, specialmente se merci, poiché questi convogli, transitando velocemente e avendo una forma “irregolare”, producono uno spostamento d’aria che può “risucchiare” una persona generando gravi incidenti, spesso mortali. Inoltre è sempre meglio usufruire dei sottopassaggi ferroviari per accedere a un altro marciapiede, perché, se si attraversassero i binari, si potrebbe essere travolti da un treno in transito.

Nello scompartimento successivo c’erano diversi sedili imbrattati, altri in ordine; la guida ci ha spiegato che molti passeggeri deturpano i sedili dei treni e un poliziotto ci ha detto che tutti coloro che danneggiano un treno vengono rintracciati grazie alle telecamere a circuito chiuso che si trovano a bordo e successivamente il colpevole è costretto a pagare una multa piuttosto costosa.

Allo stesso modo i passeggeri che viaggiano senza il biglietto sono soggetti a pagare una multa che in alcuni casi può arrivare a 2000 CHF.

Nello scompartimento successivo, abbiamo trovato una caverna in cui dovevamo “abbattere” una parete che rappresentava l’ultimo “diaframma” del San Gottardo che collegherà il Canton Ticino con il Canton Uri, grazie a treni ad alta velocità.

Nell’ultimo vagone ci hanno spiegato come avviene la produzione di energia elettrica in Svizzera e in particolare ci hanno detto che le Ferrovie Federali Svizzere possiedono proprie centrali così da non dover acquistare energia dall’estero. A tale proposito ci siamo cimentati con un divertente gioco per produrre energia così da alimentare un forno a microonde e cuocere gustosi pop corn: tutti noi abbiamo girato insieme delle manovelle a ritmo costante per 3 minuti, al termine dei quali abbiamo trionfato!

Alla fine della visita ci siamo recati presso un ristorante per mangiare e, dopo pranzo, siamo ritornati alla stazione della Vigezzina dove abbiamo preso il treno per tornare a casa.

Al nostro arrivo a Domodossola eravamo stanchi ma felici di essere andati in gita e di aver imparato molte cose sul comportamento da tenere quando si viaggia.

(Luca Iaria, classe 3 G, SMS Domodossola)

 

 

Venerdì 22 Gennaio, noi, alunni della classe 3G, insieme alle classi 1E e 1D della Scuola media statale di Domodossola ci siamo recati a Locarno, in Svizzera, con il treno Vigezzina per svolgere l’incontro “Sicurezza sui treni” in collaborazione con le ferrovie federali svizzere.

La partenza era prevista per le 7.52, con ritrovo alle 7.30; intorno alle ore dieci eravamo a Locarno, un comune svizzero situato nel cantone Ticino, sulla sponda settentrionale del Lago Maggiore; la città ospita circa 16 334 abitanti. La sua fama è dovuta soprattutto al Festival del Cinema.

Abbiamo visitato la piazza principale e siamo andati a vedere il lago Maggiore, verso le undici ci siamo presentati all'incontro "Sicurezza sui treni", Progetto allestito in due vagoni vicino alla stazione. All'interno del primo vagone c'era un percorso guidato da un esperto nel quale si mostravano i pericoli che ci potrebbero essere in stazione facendo riferimento ai binari e ai cavi che poetano l'elettricità per i treni, un'altra parte era dedicata a come ci si comporta sui treni: educazione e comportamenti. Il primo vagone comprendeva anche una parte dedicata all'energia e le sue fonti, abbiamo anche provato a produrre energia per far cuocere i poc-corn attraverso una dinamo azionata da più manovelle; in fondo al vagone c'erano anche vari giochi ed esercizi di abbinamento. Nel secondo vagone c'era un gioco abbinato all'orientamento, dovevamo scegliere attraverso un pulsante la risposta più adatta a noi. Verso l'una e mezza, finita l'attività, siamo andati a consumare il nostro pranzo al sacco in un ristorante self-service molto ospitale "Manor", finito il pranzo ci siamo recati alla stazione a riprendere la Vigezzina per tornare a Domodossola. E' stata un'attività molto interessante ed istruttiva, io non immaginavo che in stazione ci fossero così tanti pericoli, comunque adesso li so riconoscere.

(Federico Mangianti, classe 3G, SMS di Domodossola)

 

 


 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 02 Marzo 2016 16:28)

 

Ultime OssolaNews

Meteo
No Image Selected

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information