Logo ossola news big copia

Expo 2015 a misura di bambino. Fotogallery

FullSizeRender 5

Il nostro amico Echino è stato a visitare l’Expo a Milano qualche giorno fa e ha voluto guardarlo, come sempre fa quando viagggia, con gli occhi di un bambino per darci il suo personale parere. Eccolo, lo pubblichiamo così come lo ha scritto.

Cari amici bambini, sono tornato da poche ore da Milano e vi voglio dare alcuni consigli e indicazioni sull’Expo. Dunque, tanto per cominciare, devo dire che sono rimasto piacevolmente stupito per l’attenzione che gli organizzatori hanno avuto per noi piccoli. Pensate, che se vi presentate all’entrata dei vari padiglioni con i vostri genitori (è fondamentale per questo che non li dimentichiate a casa, mi raccomando!) salterete tutte le code, sì perché le famiglie hanno una corsia preferenziale, così come gli anziani e le persone diversamente abili. Doveroso, ma non sempre così scontato! Credo che tra i vari ideatori e progettisti ci sia stato anche qualche bambino perché c’è tutta una sezione dedicata al cacao e al cioccolato; in alcuni padiglioni vi daranno anche un cioccolatino omaggio. Slurp! Per non parlare dei gelati, li trovate ovunque, ma il mio preferito, ve lo confesso, è quello al gusto panettone. Sì, lo so, sono goloso, che ci posso fare? Altra informazione tecnica per noi bimbi che abbiamo sempre sete: portatevi una bottiglietta di acqua da casa, quando l’avrete finita, niente paura, cercate le case dell’acqua, ce ne sono tante in giro per Expo con acqua naturale o frizzante freschissima, potrete riempire gratuitamente la vostra bottiglietta tutte le volte che avrete sete, ovviamente senza giocarci e senza sprecarla, sapete bene che l'acqua è preziosa. Visitare tutti i padiglioni in un giorno è praticamente impossibile anche saltando le code come possiamo fare noi bambini, io almeno non ci sono riuscito e credo che nemmeno Speedy Gonzales ci riuscirebbe. Partite sicuramente dal padiglione Zero, quello vicino all’entrata principale, ingresso Triulza. È bellissimo: immaginate una parete enorme in legno piena zeppa di cassetti… a me sarebbe piaciuto aprirli tutti, ma non volevo essere sgridato, perciò mi sono limitato ad ammirarli. All’interno c’è uno schermo grande grande, sul quale vengono proiettati cortometraggi, potete sedervi a terra per guardarli. Sempre in questo padiglione, da non perdere è lo zoo creato con sculture di animali a dimensioni naturali. Non perdetevi nemmeno la pianta gigante: il tronco lo vedete dentro il padiglione, la chioma invece spunta dal tetto e la vedete all’esterno. Che altro posso dirvi? Nei vari padiglioni troverete davvero di tutto, da filmati d’animazione bellissimi (a me sono piaciuti quelli realizzati dalla Cina, dalla Corea, dagli Emirati Arabi e anche quello della Polonia), alla rete del Brasile, divertentissimo camminarci sopra! Ci sono orti botanici interessanti, come quello della Francia ed è stato riprodotto persino un vero bosco nel padiglione dell’Austria. Naturalmente, in quanto italiani, non dimenticate di visitare anche il padiglione Italia. Anche la sera vale la pena farsi un giretto per Expo, se non siete troppo stanchi, le luci rendono l’atmosfera magica e lo spettacolo dell’albero della vita è da vedere. Fino a fine agosto poi, se amate il circo senza gli animali, vi consiglio lo spettacolo Allavita! del Cirque du soleil, appositamente prodotto per Expo 2015, una vera meraviglia, parola di Echino!

Ultimo aggiornamento (Venerdì 03 Luglio 2015 09:00)

 

Ultime OssolaNews

Meteo
No Image Selected

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information