Le notizie di OssolaNews per i bocia ossolani

       

Cappuccetto Rosso africano e cinese. Il nuovo progetto editoriale di Mariagrazia Bertarini.

1-pres-fate

Autrice, editor, direttore di collana per la Eli, Mariagrazia Bertarini, laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, inizia a lavorare come traduttrice scientifica, poi fonda una scuola privata di inglese per bambini.

Da parecchi anni si occupa di didattica e dal 1997 lavora nell’editoria scolastica. Suoi sono molti libri che i ragazzi e gli insegnanti sfogliano e studiano, dalla scuola dell’infanzia alla primaria, compresi i testi di narrativa. Ossola Junior ha, per la seconda volta, avuto il piacere e l’onore di intervistarla per conoscere il suo nuovo progetto editoriale.

Buongiorno Grazia! È giunta voce alla nostra redazione che lei abbia da poco terminato un lavoro letterario molto interessante e importante per i bambini, ci vuole raccontare nei dettagli di che si tratta?

Le concedo un sorriso dicendole che si tratta di Cappuccetto Rosso. Non ho modificato la trama, i personaggi o l'ambiente; c'è sempre una mamma, un... Cappuccetto Rosso, una nonna, un lupo e un cacciatore, ma quello che cambia è l'origine dei personaggi umani. Gli ebook sono sei: tre in italiano e tre in inglese; la storia è la stessa, ma i personaggi sono di volta in volta europei o caucasici, africani e asiatici. 

Quando ha avuto l’idea di sviluppare questo progetto e quanto a lungo vi ha lavorato?

Il primo accenno di idea – abbastanza informe e nebuloso – l'ho avuto circa due anni fa quando ho conosciuto Kelly Kewagamang, avvocato di Gaborone, Botswana. È stata due giorni a Cremona e abbiamo passato un intero pomeriggio alla ricerca di una nota bambola nera per sua figlia. In seguito, come ciclicamente mi accade, ho iniziato a pensare di scrivere ebook ed è scattata la scintilla! Ho scritto a Kelly e le ho chiesto se conosceva Cappuccetto Rosso. Quando mi ha risposto che lo stava leggendo ai suoi bambini (strana e magica coincidenza) ho deciso, le ho parlato della mia idea e il suo entusiasmo mi ha fatto iniziare il giorno stesso.    

Quali opportunità offre, in questo caso specifico, il formato e-book, rispetto a un libro cartaceo?

Accessibilità. Un ebook si può scaricare da dovunque, dalla metropoli così come dal paesino più sperduto e oggi sono in pochi a non avere uno smartphone o un computer.

Lei crede che l’integrazione e l’intercultura possano essere imparate dai bambini anche attraverso la lettura di libri e il gioco?

Cappuccetto Rosso è stata trascritta dai fratelli Grimm e da Charles Perrault; è una storia europea che attraverso le diverse colonizzazioni ha raggiunto gran parte del mondo, la mia intenzione non è quella di farla conoscere ad altri, ma quella di accogliere, di dare la possibilità a un bambino di origini africane o asiatiche di potersi immedesimare nella prima storia che raccontano al nido.

Per quanto riguarda i libri o il gioco... esiste altro modo per insegnare a un bambino?

Uguali seppur diversi, i suoi Cappuccetti Rossi nel cestino della merenda portano anche mondi e provenienze diverse, perché ha pensato proprio alla bambina di questa fiaba classica e non a un altro protagonista?

Perché Cappuccetto Rosso è la prima storia che si racconta ai bambini, è l'archetipo dell'iniziazione che esiste in ogni cultura. Come Giona e Pinocchio vengono inghiottiti dalla balena, così Cappuccetto viene mangiata dal lupo e ne esce pronta ad affrontare la vita e i suoi pericoli.

Perché... quanto è bello vedere le reazioni di un bambino di tre anni quando gli fai gli occhiacci del lupo e quanto ancora è più bello quando è lui a imitare il lupo cattivo?

Per quanto riguarda il cestino, io mi rivolgo a bambini nati nel nostro Paese e, beh... che vogliamo ammetterlo o no, c'è quello che si compera nei supermercati, ma le nonne però, sono tutte diverse e a ognuna piacciono cose diverse.

Lei preferisce il dolce o il salato?

Dolce ahimé! :-)

Ultimo aggiornamento (Giovedì 21 Maggio 2015 08:51)

 

Ultime OssolaNews

Meteo
No Image Selected
No Image Selected

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information